Beteyà Travel è un’esperienza turistica di promozione sociale e culturale.

Riproduci video
Giorni
Ore
Minuti
Secondi
Beteyà Travel

EXPLORE SENEGAL

Beteyà Travel 2020

Vieni con noi ad esplorare il Senegal in un viaggio indimenticabile tra danze africane, paesaggi incontaminati, natura selvaggia, culture tribali e villaggi della savana. Un’avventura indimenticabile nel cuore dell’Africa!

Con BETEYA TRAVEL parti con lo staff dell’Associazione Don Bosco 2000 per conoscere le bellezze naturali del Senegal e immergerti nel cuore della cultura dell’Africa sub-sahariana attraverso usi e costumi delle tribù. Beteyà in lingua mandinga significa “bello e buono” ed è attraverso questo viaggio che potrai conoscere la vera Africa!

Si visiteranno città importanti del Senegal come Dakar, oltre ai villaggi tribali della zona di Tambacounda. Le escursioni toccheranno due luoghi patrimonio mondiale dell’umanità: l’isola di Gorèe, da cui nell’800 sono partiti migliaia di schiavi alla volta dell’America, ed il parco naturale di Niokolo-koba.

Data: dall’1 al 13 agosto 2020
Durata: 13 giorni e 12 notti

Beteyà Travel
parallax-pano-travel
Riproduci video

Senegal: il Paese dei Baobab

Il Senegal è uno Stato dell’Africa occidentale, con capitale Dakar. Confina a nord con la Mauritania, a sud con la Guinea-Bissau, a sudest con la Guinea, ad est con il Mali, ad ovest è bagnato dall’oceano Atlantico, con un tratto di costa di 531 km.

Il territorio è in gran parte pianeggiante, il clima è tropicale con un piacevole calore durante tutto l’anno. Il Senegal è composto, sul piano amministrativo, da 14 regioni; le città principali sono: Dakar (capitale), Kolda, Kaolack, Tambacounda, Saint-Louis.

Nella cornice territoriale senegalese, Beteyà Travel è un’esperienza turistica di promozione sociale e culturale: oltre a visitare i luoghi di maggiore interesse culturale e ambientale, si visiteranno villaggi rurali e zone povere in modo da promuovere, nei viaggiatori, momenti di riflessione, conoscenza e il ricongiungimento con la natura.

Itinerario del Viaggio

GIORNO 1 – sabato 1 agosto
Partenza da aeroporto italiano e arrivo in aeroporto a DAKAR
Ritrovo a DAKAR in serata
Trasferimento e pernottamento in hotel

GIORNO 2 – domenica 2 agosto
ore 9,00 Colazione
ore 9,30 Visita all’isola di Gorée (1), patrimonio mondiale dell’umanità, visita della Maison des Esclaves
ore 13,00 Pranzo* in uno dei ristoranti con vista mare presenti sull’isola
ore 17.00 Rientro in albergo a Dakar, cena* e pernottamento

GIORNO 3 – lunedì 3 agosto
ore 9,00 Colazione
ore 9,30 Partenza per Tambacounda (2)
ore 14,00 Pranzo* a Kaolack (3)
ore 12,00 Cena* e pernottamento a Tambacounda

GIORNO 4 – martedì 4 agosto
ore 9,00 Colazione
ore 9,30 Visita dei villaggi attorno a Tambacounda (4)
ore 13,00 Tipico pranzo senegalese condiviso con la popolazione locale nel villaggio tribale
ore 16,00 Spettacolo danzante nel villaggio tribale
ore 20,00 Cena* e pernottamento presso l’accampamento di Wassadou (5)

GIORNO 5 – mercoledì 5 agosto
ore 6,00 Colazione presso l’accampamento di Wassadou
ore 6,30 Partenza per la visita-safari al Parco Naturale di Niokolo-Koba (6), patrimonio mondiale dell’Umanità
ore 14,00 Pranzo a nell’accampamento di Wassadou
ore 16,00 Relax e possibile escursione in canoa sul fiume Gambia
ore 20,00 Cena* e pernottamento presso l’accampamento di Wassadou

GIORNO 6 – giovedì 6 agosto
ore 9,00 Colazione
ore 9,30 Visita dei villaggi attorno a Tambacounda
ore 13,00 Pranzo
ore 16,00 Visita della sede dell’associazione don Bosco 2000 e merenda con i bambini Talibè (7)
ore 20,00 Cena* e pernottamento presso Tambacounda

GIORNO 7 – venerdì 7 agosto
ore 6,30 Partenza per Saint Louis
ore 13,00 Pranzo a sacco* durante il viaggio a Thies (8)
ore 20,00 Arrivo a Saint Louis (9)
ore 21,00 Cena* e pernottamento a Saint Louis presso Hotel

GIORNO 8 – sabato 8 agosto

ore 9,00 Colazione
ore 10,00 Visita della città di Saint Louis e del mercato locale e mercato per pesce
ore 13,00 Rientro in albergo e pranzo*
ore 16,00 Relax in albergo e sulla spiaggia o in piscina
ore 21,00 Cena* e pernottamento a Saint Louis presso l’Hotel

GIORNO 9 – domenica 9 agosto
ore 9,00 Colazione
ore 9,30 Partenza per il parco “Lingua della Barbarie (10)
ore 13,00 Pranzo a sacco*
ore 16,00 Partenza per Dakar
ore 21,00 Cena* e pernottamento

GIORNO 10 – lunedì 10 agosto
ore 9,00 Colazione
ore 9,30 Partenza per LAC ROS (Lago Rosa) (11)
ore 13,30 Arrivo a LAC ROS e pranzo*
Ore 16.00 Visita di Dakar e visita al monumento del Rinascimento Africano
ore 19,30 cena* e pernottamento

GIORNO 11 – martedì 11 agosto
ore 9,00 Colazione
ore 9,30 Partenza per Saly (12)
Ora 13.00 Pranzo* in hotel
Ore 16.00 Relax presso hotel sull’oceano Atlantico
Ore 20.00 cena* e pernottamento

GIORNO 12 – mercoledì 12 agosto
ore 9,00 Colazione
ore 9,30 Relax sull’oceano
Ora 13.00 Pranzo* in hotel
Ore 16.00 Partenza per l’aeroporto e arrivo in Italia giorno 13 agosto

GIORNO 13 – giovedì 13 agosto
Arrivo in Italia

NOTE AL PROGRAMMA:
* I pasti si intendono a carico dei partecipanti e si aggirano intorno ai 15,00 € per pasto.

Scopri il Senegal

Take a peek inside our Wonderworld

Quota di Partecipazione e servizi inclusi/esclusi

Il costo del pacchetto è di €1.390 e include:
 – Quota gestione pratica
 – Tour come programma
 – Assicurazione medico-sanitaria
 – Assistenti in loco in lingua Italiana
 – Accompagnatore (presente in loco) per tutta la durata del viaggio

La quota non include:
 –  Biglietto aereo;
 – Tasse aeroportuali;
 – Pasti non compresi nel programma, mance ed extra.

Sono previsti ampi sconti e riduzioni, non solo per i gruppi. 
Per prenotazioni ed informazioni sugli sconti, contatta il 340 9353936 o scrivi a travel@beteya.com. 
Le prenotazioni si accettano fino a 60 giorni prima della partenza. 

Il tour è soggetto a riconferma previo raggiungimento minimo previsto di 14 partecipanti (max 19).
Le prenotazioni vanno effettuate entro il 01/05/2020. Al momento della prenotazione occorre versare una caparra pari al 40% del costo totale del pacchetto sull’IBAN IT26B0306909606100000154175 intestato a “ASSOCIAZIONE DON BOSCO 2000 AFRICA” con la causale “Viaggio Senegal agosto 2020”. 

Il costo del biglietto è variabile. Per esempio, il volo di linea andata e ritorno Milano-Dakar costa intorno a €600 se prenotato 3 mesi prima della data di partenza.

Note sulle tappe del Viaggio

L’Isola di Gorée si trova a tre chilometri di distanza da Dakar, capitale del Senegal. Dichiarata patrimonio dell’Umanità dall’ONU nel 1978, Gorèe ha rappresentato, per chi l’ha attraversata in catene fin dal lontano 1444, “la porta per l’inferno” della schiavitù a cui sono stati sottoposti milioni di uomini e donne africane, strappati alla loro terra ed inviati, con le imbarcazioni portoghesi, spagnole ed olandesi, nelle Americhe del Sud e nei Caraibi per lavorare nei campi di cotone e canna da zucchero. Sull’isola è ancora possibile visitare la casa degli schiavi, luogo in cui gli schiavi catturati attendevano di essere imbarcati sulle navi che li avrebbero condotti in America. L’edificio ospitava anche i “negrieri”.

Tambacounda è una delle città più tradizionali del Senegal dove è possibile visitare villaggi fatti di capanne d’argilla e scoprire le tribù che le abitano.

Kaolack è l’ultima città in cui è ancora possibile vedere abitazioni di tipo occidentale. Da Kaolack a Tambacounda si attraverserà la savana, caratterizzata da villaggi tribali.

Sono villaggi rurali a circa 30 km da Tambacounda. I villaggi sono fatti di capanne di paglia e gesso e sono abitati dal capo tribù insieme alle numerose mogli e ai figli. Il capo tribù, insieme alla sua famiglia, offrirà il pranzo e permetterà di assistere alle danze tribali.

L’accampamento, composto da bungalow africani, è immerso nel cuore della foresta e si affaccia sulla riva del fiume Gambia, uno dei luoghi naturali più suggestivi. Se si è fortunati è possibile ammirare ippopotami, coccodrilli ed altre specie che fanno della foresta il loro habitat.

Il parco nazionale del Niokolo-Koba (in francese Parc national du Niokolo-Koba, PNNK) è situato nel Senegal sud-orientale, al confine con la Guinea, ad un’altitudine compresa tra i 15 e i 300 metri sul livello del mare, e offre una grande varietà di flora e fauna. Ricopre una superficie di 9130 chilometri quadrati e viene riconosciuto come patrimonio dell’umanità dall’UNESCO dal 1981. A causa della progettazione nell’area di una diga in materiali sciolti e del bracconaggio il parco è stato incluso nel 2007 nella lista dei patrimoni dell’umanità in pericolo. È situato in prossimità della confluenza tra il fiume Gambia e il suo affluente Niokolo Koba, in una zona di grande importanza paesaggistica.

I talibè sono i discepoli delle Darah, scuole coraniche gestite dai Marabout, autorità religiose importantissime nell’islam senegalese. Purtroppo i piccoli talibè vengono impiegati solamente per mendicare e per racimolare ogni giorno denaro da consegnare. I talibè gironzolano per le strade della città con un piccolo secchiello bianco in cui custodiscono tutto ciò che trovano (soldi, cibo, vestiti che a fine giornata dovranno consegnare al loro marabout).

Thiès è una grande città industriale; infatti, gran parte della popolazione lavora in cantieri ferroviari, officine, imprese locali o nelle miniere di alluminio e fosfato della vicina Palo. La città è molto conosciuta per la sua produzione di arazzi, lavorati a mano con antichissime tecniche tramandate di generazione in generazione. Qui nel 1966 venne costruita una delle più grandi fabbriche del paese per la produzione di lavori progettati da famosi artisti del Senegal.

Saint-Louis, o Ndar come è chiamata in lingua Wolof, è il capoluogo della regione omonima della Repubblica del Senegal. È una località situata nel nord del paese, su un’isola alla foce fiume Senegal, a 250 km di strada dalla capitale Dakar, ha una popolazione di 171.000 abitanti e dunque è la quinta città del Senegal.

La Lingua della Barbarie è una lingua di sabbia sulla foce del fiume Senegal nei pressi della quale sono presenti numerosi complessi alberghieri di straordinaria bellezza in riva all’Atlantico. Nel complesso in cui si alloggerà oltre allo splendido paesaggio marino sarà possibile fruire di servizi quali piscina e ristorante. In questo parco nazionale vive una grande varietà di uccelli: bellissimi pellicani, gabbiani e altre specie migratorie.

Il lago rosa (Lac Ros in francese) un lago del Senegal che si trova a nord della penisola del Senegal, a nord est di Dakar. Ha una larghezza massima di 1,5 km ed è lungo 5 km. Dista circa un chilometro dall’Oceano Atlantico. Si chiama così per le sue acque rosa, causate da alghe (Dunaliella salina) presenti nell’acqua che producono un pigmento rosso, il carotene, per resistere al forti raggi solari. Il lago è anche noto per il suo alto contenuto di sale, che, come quello del Mar Morto, permette alle persone di galleggiare facilmente. La salinità è infatti di 380 grammi per litro. Il lago è sotto esame dal comitato del patrimonio mondiale per l’inclusione come Patrimonio mondiale dell’umanità.

Saly è una zona balneare a vocazione turistica, a sud di Dakar, piena di complessi alberghieri e di villaggi di pescatori.

Richiedi informazioni

+39 340 935 3936

disponibile dalle 10:00 – 19:00

Email: travel@beteya.com

Chi Siamo

Associazione
Don Bosco 2000

L’Associazione Don Bosco 2000 è una impresa sociale che promuove la formazione integrale dell’uomo e l’integrazione, prestando particolare attenzione ai soggetti che vivono difficoltà sociali ed economiche.

L’associazione nasce come ente gestore di centri di accoglienza a partire dal 2011 e negli anni accresce e consolida la propria esperienza nel fornire servizi di sostegno a giovani migranti sbarcati nel nostro Paese. Nel 2017 hanno preso vita progetti importanti con rilievo internazionale che hanno permesso all’Associazione Don Bosco 2000, in sinergia con i partner internazionali, di creare una sede a Tambacounda, Senegal.

Il progetto Senegal mira a creare un solido e durevole modello di impresa sociale sostenibile attraverso la creazione di un ponte tra l’Italia e il Senegal. L’intervento di Don Bosco 2000 intende fornire un aiuto concreto che possa dare un’opportunità ai giovani senegalesi, fungendo da alternativa alla migrazione forzata.

Nell’ambito del progetto Senegal, dopo un primo ciclo di formazione rivolta a 33 giovani senegalesi, sono stati scelti 3 settori di intervento sui quali avviare start up: agricoltura, artigianato e turismo. Per il settore del turismo si è dato vita ad un pacchetto di turismo sostenibile e responsabile denominato Beteyà Travel.