I partner del progetto: una sinergia di soggetti presenti nel territorio

I partner del progetto: una sinergia di soggetti presenti nel territorio

L’Associazione Don Bosco 2000 è il soggetto responsabile del progetto e promuove realtà economiche autosostenibili, coinvolgendo nelle attività lavorative le fasce più deboli, quali i giovani e i migranti, di cui sostiene l’integrazione con progetti di accoglienza.

Nel 2016, l’Associazione Don Bosco 2000 ha acquisito la gestione di due beni confiscati alla mafia nell’ambito del progetto di SPRAR del Comune di Villarosa per l’accoglienza e l’integrazione dei migranti. Il ruolo dell’Associazione Don Bosco 2000 è quello di coordinare il progetto e svolgere le attività chiave dello stesso, creando un contratto di rete tra le realtà del territorio per incentivare l’occupazione giovanile attraverso l’imprenditorialità di un gruppo giovane e fortemente motivato: i migranti e i giovani del territorio.

Il D.A.S. Società Cooperativa si propone la promozione, la valorizzazione e lo sviluppo del territorio. Nato nel 2012 come output principale di un progetto, “Il ponte sul di-stretto” promosso da Fondazione con il Sud, il DAS si ripropone nella veste di incubatore sociale, veicolo de principio di legalità, inclusione sociale e sviluppo sostenibile. Il DAS curerà l’area della comunicazione e divulgazione delle buone prassi e dei risultati del progetto, attraverso la testata giornalistica DAS News.

Complessivamente, nell’ambito del contributo alla cabina di regia, il DAS coordinerà tutte le fasi di produzione, avendo cura di perseguire gli obiettivi prefissati e mantenere la vision del progetto SUD Arte & Design. Nei locali del laboratorio di Villarosa verrà gestita la produzione e decorazione degli oggetti che verranno poi venduti.

Il ruolo di Confcooperative Sicilia si centra nelle azioni relative alla formazione, le work experience e lo start-up per sviluppare conoscenze e capacità specializzate delle risorse umane, rendendole capace di inserirsi ed adattarsi proficuamente ai molteplici contesti produttivi ed organizzativi dei settori rilevanti nel progetto.

La formazione sarà svolta nei beni confiscati attraverso lezioni sui temi quali le tecniche di lavoro manuali, l’utilizzo dei macchinari, le strategie di produzione e di vendita. Successivamente si avvieranno le work experience per concretizzare le competenze acquisite per l’inserimento professionale nel settore dell’artigianato artistico. Confcooperative Sicilia selezionerà le aziende siciliane nelle quali realizzare le work experience sulla base delle figure professionali da sviluppare nel progetto.

Il Comune di Villarosa ha l’affidamento perpetuo dei due beni confiscati alla mafia che sono oggetto del presente progetto e pertanto esercita una supervisione sulle attività che vi si svolgono. Tra le attività progettuali, oltre alla presenza del Comune di Villarosa nella task force insieme a tutti i partner del progetto, un ruolo chiave consiste nella gestione dell’attività del monitoraggio delle varie fasi progettuali.

Si prevede di realizzare una valutazione sia qualitativa che quantitativa delle azioni a medio e lungo termine attraverso valutazioni sia d’impatto che di processo. A tal fine verranno predisposti degli indicatori ad hoc per valutare vari aspetti progettuali, legati all’efficacia, all’efficienza, all’impatto, alla rilevanza, alla produttività ed anche alla trasferibilità delle attività del progetto quale buona prassi da condividere

L’Associazione culturale Bellarrosa è nata nel 2003 ed è stata nominata “gruppo d’interesse comunale e nazionale” nel 2011. Nella propria attività sottolinea il valore etnografico ed antropologico delle tradizioni del territorio di Villarosa. L’associazione ha un interesse a aggregare ed integrare i vari soggetti del territorio attraverso l’organizzazione di attività ed eventi di interesse collettivo.

L’Associazione Bellarrosa avrà un ruolo specifico relativo all’organizzazione di eventi ed iniziative finalizzate alla promozione delle attività progettuali. Gestirà la parte relativa agli eventi programmati attraverso momenti musicali e momenti di sensibilizzazione sul tema della lotta alla criminalità organizzata e alle discriminazioni razziali. L’associazione Bellarrosa si farà promotore di una serie di iniziative per sensibilizzare il territorio.

Lascia un commento